DEL ART compagnia teatrale di Gigi De Luca
 
 
Miseria e Nobiltà
 
 
DI EDUARDO SCARPETTA
 
 
Mettere oggi in scena Miseria e Nobiltà non possiamo farlo senza ricordare, il noto film del grande Totò.
Nel nostro allestimento miriamo a dare un’idea del teatro Scarpettiano di fine ottocento, cercando di rispettare quella che era la filosofia del grande autore: divertire di gusto e fare riflettere. Con Miseria e nobiltà,ci troviamo di fronte ad un capolavoro della comicità, una commedia tutta da ridere, una delle migliori ,certamente la più classica a la più conosciuta del teatro di Scarpetta che è entrata di diritto tra i classici della comicità di sempre.
Scritta nel 1888 narra la storia di due famigli povere, quella di Felice e Pasquale che vivono nella stessa casa con rispettive moglie e figli, Felice e Pasquale sono due squattrinati che vivono alla giornata.
La fame li assilla, ma ecco che un giorno, il giovane nobile (il Marchesino Eugenio) chiede a loro un favore; egli è innamorato della bella (Gemma), di professione ballerina, ma la sua famiglia si oppone all'unione, poiché la ragazza non è una nobile è figlia di Don Gaetano, ex cuoco divenuto molto ricco avendo ereditato i beni del suo padrone, L’ex cuoco Don Gaetano è felice di consentire al fidanzamento poiché imparentarsi con dei nobili sarebbe il suo sogno, ma pretende di conoscere i parenti del giovane. Il marchesino dunque chiede a Felice e Pasquale con moglie e figlia di travestirsi e fingere di essere i suoi nobili familiari e di presentarsi con lui a casa di Gemma.
Fingendosi nobili Felice e Pasquale si introducano in casa di Don Gaetano, dove i colpi di scena sono imminente dando vita ad una serie di esilaranti equivoci alla fine dei quali, ovviamente, l’amore trionferà.
home pagina
Gigi De Luca
la compagnia

gli spettacoli
contatti
recensioni
date spettacoli